Ecco i dati della settimana appena conclusa di raccolta differenziata, dati forniti i da Aniello Giordano e Vincenzo Calce, rispettivamente direttore generale e direttore tecnico Aspa. 16 tonnellate circa di carta e cartone, 8 tonnellate di cartone selettivo, 7,3 tonnellate di rifiuti ingombranti, 22 tonnellate di multimateriale. 72 tonnellate di frazione organica; 120 tonnellate circa di secco indifferenziato, 13 tonnellate di imballaggi in vetro.

Aspa, l’azienda Speciale Pagani Ambiente, comunica ancora positivamente i dati di questa settimana circa la raccolta differenziata

Aspa, l’azienda Speciale Pagani Ambiente, comunica i dati di questa settimana circa la raccolta differenziata forniti da Aniello Giordano e Vincenzo Calce direttore generale e tecnico Aspacomunica: 16 tonnellate Circa di carta e cartone; 8 tonnellate circa di cartone selettivo; 7,3 tonnellate circa di rifiuti ingombranti; 22 tonnellate circa di multimateriale ; 72 tonnellate di frazione organica; 120 tonnellate circa di secco indifferenziato e 13 tonnellate di imballaggi in vetro.

Ulteriori dati saranno fornti nel corso della settimana.

Un nuovo appello arriva da Vincenzo Calce e Aniello Giordano, rispettivamente direttore tecnico e direttore generale Aspa. C’è una porzione di cittadinanza che continua a sversare abusivamente i rifiuti, ad esempio guaine bituminose e rifiuti isolanti da una ristrutturazione. Tutto ciò rende complicata la raccolta agli operatori. Rifiuti rilevato in via Tramontano, rilevati dal direttore tecnico Calce per verificare la conformità, dopo la segnalazione degli operatori. 17 06 04 materiali isolanti diversi da quelli di cui alle voci 17 06 01 e 17 06 03; 17 08 02 materiali da costruzione a base di gesso diversi da quelli di cui alla voce 17 08 01;17 03 02 miscele bituminose diverse da quelle di cui alla voce 17 03 01. Rispettare tempi, modi e luoghi di conferimento è indispensabile per raggiungere obiettivi sempre più rilevanti per il miglioramento del servizio.

Dal lunedì, l’Azienda Speciale Pagani Ambiente, gestore del servizio di igiene urbana sull’intero territorio comunale, avvierà la consegna del kit per la raccolta differenziata con le buste di tre colori diversi a seconda della tipologia di rifiuto da conferire. Il kit con le buste si potrà ritirare dal lunedì al sabato dalle ore 09.00 alle 12.00 presso gli uffici siti alla Via Filettine n. 111, presentandosi muniti di documento di riconoscimento e attestazione di avvenuto pagamento TARI anno 2018.

Tre le buste che saranno distribuite:

  • quella di colore “azzurro” per il conferimento di carta e cartone;
  • quella di colore “giallo” per il conferimento di imballaggi in plastica, alluminio e cartoni per bevande;
  • quella in mater-bi per la frazione organica.

 Non è prevista nel kit la busta per il conferimento della frazione Indifferenziata. Si potranno utilizzare per il conferimento sacchi generici.

L’Aspa invita la cittadinanza al non utilizzo di buste di colore nero per l’impossibilità di identificare la tipologia di rifiuto all’interno e ad attenersi rigidamente alle regole per il corretto conferimento dei rifiuti, perché un aumento della percentuale di raccolta differenziata potrebbe portare ad una diminuzione del costo.

Il direttore generale Aspa Aniello Giordano e quello tecnico Enzo Calce fanno il punto della situazione, descrivendo lo scenario attuale e futuro agli amministratori e ai cittadini: “L’azienda ha iniziato ad operare in una fase emergenziale, subentrando in un contesto dove era complicato persino l’approvvigionamento dei materiali di consumo, con un parco di automezzi completamente da sostituire. Dopo un primo semestre trascorso nell’attività di organizzazione dettagliata e capillare ma nello stesso tempo compatibile con le minime esigenze della comunità di Pagani, ora il nostro obiettivo è arrivare al 65% di raccolta differenziata, di cui lmeno il 70% riciclabile, seguendo le direttive regionali e le leggi nazionali in materia. Per raggiungere questo secondo obiettivo, Aspa sta mettendo in campo tutte le forze disponibili per l’elaborazione di un vero e proprio Piano Industriale, comprensivo di possibile modifiche per arrivere a raggiungere l’obiettivo stesso. Nel contempo, Aspa ha approntato una bozza di programma che, se autorizzato, potrebbe ammortizzare i costi di investimento nel primo anno. La bozza prevede la riduzione del rifiuto indifferenziato e la tariffazione puntuale, in applicazione al principio “chi inquina, paga”.

ASPA: obiettivo è arrivare al 65% di raccolta differenziata, di cui almeno il 70% riciclabile, seguendo le direttive regionali

Il direttore generale Aspa Aniello Giordano e quello tecnico Enzo Calce fanno il punto della situazione, descrivendo lo scenario attuale e futuro agli amministratori e ai cittadini: “L’azienda ha iniziato ad operare in una fase emergenziale, subentrando in un contesto dove era complicato persino l’approvvigionamento dei materiali di consumo, con un parco di automezzi completamente da sostituire.

Dopo un primo semestre trascorso nell’attività di organizzazione dettagliata e capillare ma nello stesso tempo compatibile con le minime esigenze della comunità di Pagani, ora il nostro obiettivo è arrivare al 65% di raccolta differenziata, di cui lmeno il 70% riciclabile, seguendo le direttive regionali e le leggi nazionali in materia. Per raggiungere questo secondo obiettivo, Aspa sta mettendo in campo tutte le forze disponibili per l’elaborazione di un vero e proprio Piano Industriale, comprensivo di possibile modifiche per arrivere a raggiungere l’obiettivo stesso.

Nel contempo, Aspa ha approntato una bozza di programma che, se autorizzato, potrebbe ammortizzare i costi di investimento nel primo anno. La bozza prevede la riduzione del rifiuto indifferenziato e la tariffazione puntuale, in applicazione al principio “chi inquina, paga”.

Il direttore generale Aspa Aniello Giordano e il direttore tecnico Vincenzo Calce fanno il punto della situazione, descrivendo lo scenario attuale e futuro agli amministratori e ai cittadini di Pagani: “L’azienda ha iniziato ad operare in una fase emergenziale, subentrando in un contesto dove era complicato persino l’approvvigionamento dei materiali di consumo, con un parco di automezzi completamente da sostituire. Dopo un primo semestre trascorso nell’attività di organizzazione dettagliata e capillare ma nello stesso tempo compatibile con le minime esigenze della comunità di Pagani, ora il nostro obiettivo è arrivare al 65% di raccolta differenziata, di cui lmeno il 70% riciclabile, seguendo le direttive regionali e le leggi nazionali in materia. Per raggiungere questo secondo obiettivo, Aspa sta mettendo in campo tutte le forze disponibili per l’elaborazione di un vero e proprio Piano Industriale, comprensivo di possibile modifiche per arrivere a raggiungere l’obiettivo stesso. Nel contempo, Aspa ha approntato una bozza di programma che, se autorizzato, potrebbe ammortizzare i costi di investimento nel primo anno. La bozza prevede la riduzione del rifiuto indifferenziato e la tariffazione puntuale, in applicazione al principio “chi inquina, paga”. 

Arrivano in città cinque contenitori atti alla raccolta degli oli vegetali esausti di provenienza domestica

La Papa srl di Caivano, dopo la manifestazione d’interesse, ha aderito con convinzione e rapidità alla scelta di rafforzare la raccolta differenziata, secondo il progetto d’espansione voluto da Aniello Giordano direttore dell’azienda e Vincenzo Calce, direttore tecnico dell’Aspa.

Arrivano in città ulteriori contenitori atti alla raccolta degli oli vegetali esausti di provenienza domestica, partendo con un numero di 5 pezzi di così divisi: una “Postazione Metallica” atta alla raccolta delle bottiglie piene di oli vegetali di provenienza domestica da posizionare nell’area video sorvegliata del mercato ortofrutticolo Nocera/Pagani, accanto alle due Casa dell’acqua; quattro “Carrellati con rosetta gommata d’ingresso superiore atti sempre al raccoglimento delle bottiglie piene da posizionare su vari punti di aggregazione da Voi individuati (tipo chiese, condomini, supermercati ecc.) purché sempre controllati.

La raccolta differenziata a Pagani registra passi avanti e percentuali in aumento: l’Aspa ha riscontrato il superamento della soglia pari al 40%

La seconda settimana della raccolta differenziata dei rifiuti indica il raggiungimento e il superamento della soglia del 40%. Notevoli passi in avanti, cresce la collaborazione della cittadinanzaL’Aspa, la società che si occupa della gestione del servizio rifiuti a Pagani non esclude la possibilità di far ancora meglio con il trascorrere delle settimane di rodaggio. Ecco intanto il dettaglio delle cifre: 77 tonnellate di umido; 8,5 tonnellate di cartone selettivo; 16 tonnellate di imballaggi in materiali misti; 5 tonnellate di sfalci e potature; 10 tonnellate di carta; 7,7 tonnellate di imballaggi in vetro; 6 tonnellate di ingombranti.

I rifiuti derivanti dalle attività di giardinaggio domestico – fiori recisi, sfalci d’erba, ramaglie, potature, foglie- costituiscono materiale organico che saranno conferiti presso l’azienda Salerno Pulita. Il direttore generale dell’Aspa, Aniello Giordano, ha anche comunicato che non ci sarà nessun costo aggiuntivo per i cittadini di Pagani. La società, in ogni caso, ha deciso di sollecitare i cittadini paganesi ad una maggiore collaborazione per migliorare ancora di più la raccolta differenziata. Intanto l’azienda prosegue alla ricerca di impianti per la raccolta che possano diminuire ulteriormente i costi del servizio .